clasped-hands-541849_1920

Tutto in ripresa tranne la “spesa”

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza
L’esortazione dell’Ulisse dantesco e l’immagine qui a lato per rammentarci sempre degli immensi drammi che ci circondano.
Detto ciò occupiamoci di lavoro ed economia.
PIL: stabile nel secondo trimestre 2015 la crescita tendenziale nell’Area OCSE al +2,0%, in miglioramento nella zona Euro al +1,2% dal +1% precedente e soprattuttorivista al rialzo la stima di Istat dei primi due trimestri: +0,2% il primo e +0,7% il secondo che ci porta vicino al livello di crescita europeo.
Inflazione stabile, con il dato europeo che in agosto resta attestato al +0,2% come in Italia; positivo ma in calo Milano (+0,4%) dove l’indice dei prezzi mantiene qualche decimale in più; il “carrello della spesa” continua a segnalare la scarsa propensione all’acquisto anche dei beni più necessari restando in territorio negativo sia in Italia (-0,3%) sia a Milano (-0,2%), sospinto dal calo dei prezzi degli “alimentari freschi” e dei carburanti.
Bene il mercato del lavoro con il tasso di occupazione che cresce a luglio al 56,3% e il tasso di disoccupazione che cala a 12,0% da 12,5% del mese precedente. Cala anche la disoccupazione giovanile al 40,5%, dopo il 43,1% di giugno. Positivi i dati della Lombardia dove nel secondo trimestre cresce l’occupazione al 65,1% (era 64,6%) e cala la disoccupazione al 7,7% (era 8,6%).
Segnali positivi continuano ad arrivare dai dati di luglio del lavoro interinale, cresciuto nell’ultimo anno del 17%come numero di lavoratori impiegati e del 22% come ore retribuite.
INPS, CIG: rispetto al 2014 cala ancora il totale delle ore richieste e non solo perché mancano tante ore di “CIG in deroga” (appena rifinanziata!). Nel mese di luglio il numero di ore di CIG complessivamente autorizzate in Italia è stato pari a 52,4 milioni, in calo del -26,9% rispetto allo stesso mese del 2014 e del -22,8% rispetto al mese precedente. In Lombardia il numero di ore di CIG complessivamente autorizzate è stato pari a 13,8 milioni, in crescita del +19,7% rispetto al mese precedente ma in calodel -28,0% rispetto allo stesso mese del 2014. In particolare rispetto al luglio 2014 le richieste di ore di CIG ordinaria sono cresciute del +19,6%, quelle di straordinaria sono calate del -47,9% mentre la “deroga” (finalmente rifinanziata) è calata del -14,3% (luglio 2014 richieste 2.600.576 ore, luglio 2015 richieste 2.229.291 ore).
Negli ultimi dodici mesi (agosto 2014 – luglio 2015) le ore autorizzate in Lombardia sono calate del -33,2%rispetto al corrispondente periodo precedente (agosto 2013 – luglio 2014).
I segnali che possiamo cogliere sono, comunque, ancora contrastanti, anche se crescono di numero e di quantità glielementi positivi, situazione dimostrata dall’andamento ancora altalenante degli indici di fiducia che però permangono ai livelli più alti degli ultimi anni. I fattori internazionali di crisi, però, sono ancora tutti lì: crisi greca, medio oriente e Ucraina, prezzo del greggio e delle materie prime in calo a cui si è aggiunta la crisi cinese con i saliscendi continui delle Borse azionarie mondiali.
Leggi tutto