tartaruga

5 giugno: Giornata Mondiale dell’ Ambiente 2018

I cambiamenti climatici mettono a dura prova l’equilibrio ecologico e il futuro del nostro Pianeta. Di conseguenza viene fortemente minacciata l’integrità fisica e la salute di ogni essere vivente. Tra le tante sfide ambientali che l’umanità deve affrontare, per mitigare il processo in atto di autodistruzione del pianeta, il tema scelto per il 2018 per la giornata mondiale dell’ambiente è racchiuso nello slogan:

 

“Combattere l’inquinamento dalla plastica”.

 

Entro i prossimi 30 anni la plastica presente negli oceani sarà più numerosa dei pesci. Già oggi diverse specie, in particolare balene, delfini e tartarughe, hanno in corpo una alta percentuale di plastica che ne limita la loro sopravvivenza.

 

 balena-plastica

 

Tutti siamo responsabili, in parte, di questa drammatica situazione. Per cambiare il futuro, per ridurre l’inquinamento da plastica ognuno di noi deve fare la sua parte.

Anche il Sindacato, la Uil in particolare, devono dare il proprio contributo. Come?

Formando e sensibilizzando maggiormente, sui temi ambientali, in questo caso sull’inquinamento da plastica, i propri RLSA, RLS, Delegati. Consentendo loro di svolgere opera di informazione e sensibilizzazione, su questo tema, nei luoghi di lavoro, interagendo sulle varie fasi dei processi di lavorazione : Progettuale/Fornitura/ Lavorazione/Scarti per rendere i processi produttivi sostenibili agevolando l’innovazione tecnologica, l’utilizzo di nuovi materiali, e l’economia circolare.

 

 

 

Dipartimento Green Economy

Mauro Broi

 

 

L’inquinamento da plastica in numeri

 

 

 

 

5 trilioni di sacchetti di plastica utilizzati ogni anno

13 milioni di tonnellate di plastica gettate in mare ogni anno

17 milioni di barili di petrolio all’anno per la produzione di plastica

1 milione di bottiglie di plastica acquistate ogni minuto

100.000 animali marini uccisi dalla plastica ogni anno

Il 50% delle materie plastiche di consumo è monouso

Il 10% di tutti i rifiuti generati dall’uomo è plastica