margaritellaroma1

L’intervento di Danilo Margaritella al Congresso nazionale Uil

E’ in corso a Roma il diciassettesimo congresso nazionale della Uil; questa mattina, nel corso del dibattito congressuale è intervenuto anche Danilo Margaritella, Segretario Generale della Uil Milano Lombardia. Diversi i temi toccati dal leader lombardo della Uil nel corso del suo discorso, a partire dal nuovo governo di Giuseppe Conte, rappresentato al congresso della Uil dal vicepremier Luigi Di Maio. Inevitabile, in apertura dell’intervento, un riferimento all’attualità politica.

margaritellarona2

 

<<Responsabilità non è vietare ad una nave di attraccare o minacciare di togliere la scorta a Roberto Saviano>> ha esordito Margaritella, il quale ha parlato poco prima dell’intervento del ministro Di Maio.  <<Nel famoso contratto di governo mancano tre punti fondamentali – ha ricordato Margaritella – i tempi di realizzazione, le coperture economiche dei provvedimenti e le priorità>>. Il segretario della Uil Milano Lombardia ha avanzato richieste concrete nei confronti del nuovo esecutivo, a partire dalla prosecuzione della strada intrapresa nell’ultimo anno e mezzo in merito alla previdenza. <<Occorre lavorare sul tema della separatezza tra assistenza e previdenza e su ulteriori attività usuranti da inserire nell’elenco, sulla rivalutazione delle pensioni, sull’introduzione di una pensione di garanzia per i giovani e un fisco più leggero, fondamentale per far crescere il potere d’acquisto>> ha detto Margaritella, il quale ha chiesto anche <<l’attuazione della riforma del modello contrattuale stipulato con Confindustria e che prevede che il salario minimo sia definito nell’ambito della contrattazione nazionale>>.

margaritellaroma3

Nel suo intervento il leader lombardo della Uil ha toccato poi i temi dell’Europa, in vista delle Elezioni Europee del 2019, dei diritti e degli orari di lavoro. Bisogna rafforzare il ruolo del Sindacato Europeo, rimettere al centro la persona. <<La Uil costruisca un percorso di proposte da portare alle forze politiche internazionali, noi daremo un contributo come Lombardia>> ha affermato Margaritella, il quale ha sottolineato la necessità di arrivare a una riedizione della sperimentazione del “Patto Generazionale”, cominciando magari dal rinnovo del contratto dei chimici. Urgente anche definire nuove tutele per i lavoratori, spesso giovani, della cosiddetta gig economy; infine, il tema dell’orario di lavoro. <<Con i cambiamenti tecnologici in atto, si deve arrivare a una nuova distribuzione dell’orario>> ha concluso Margaritella, il quale ha ricordato come la Uil, anche in Lombardia, <<goda di ottima salute politica, protagonista assoluta nelle elezioni Rsu nel pubblico e nel privato; andare in mezzo ai lavoratori resta prioritario in una società che oggi dà poche certezze e dove i diritti appaiono come privilegi>>.