img_0035

FIRMATO PROTOCOLLO TRA SINDACATI E COMUNE PER LA QUALITA’ E LA TUTELA DEL LAVORO NEGLI APPALTI

Il protocollo d’intesa si propone di migliorare la qualità e la tutela del lavoro negli appalti di lavori, servizi e forniture a contrasto delle gare al massimo ribasso. L’intesa è stata sottoscritta dal Sindaco, l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio e i rappresentanti delle Confederazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL.

b0021f1c-8d69-48b1-a170-b22a63dfd34d

“La firma del protocollo arriva al termine di un percorso lungo e articolato portato a conclusione con l’amministrazione Sala.” Così il Segretario Generale della Uil Milano e Lombardia – Danilo Margaritella, che prosegue: “Il risultato ottenuto è assolutamente positivo, in quanto il protocollo sottoscritto contiene una serie di elementi qualificanti e innovativi; a partire dalla volontà di privilegiare la correttezza dei rapporti e dei contratti di lavoro, di salvaguardare le condizioni lavorative e di sicurezza di tutti i lavoratori, compresi quelli coinvolti nei cambi di appalto, grazie all’utilizzo prioritario del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa rispetto a quello del massimo ribasso. Il protocollo valorizza, infatti, gli aspetti tecnici, organizzativi e gestionali come elementi qualitativi dell’offerta”.

Nel protocollo è stata posta attenzione anche all’aspetto sociale, tanto che in caso di nuove assunzioni, il 10% dovrà essere riservato a disoccupati e categorie svantaggiate.

d1080384-d0f8-40de-9c05-2c47b75ac1aa

“Fondamentale è il principio del confronto preventivo con le OOSS inserito nel protocollo – prosegue Albrizio della Segreteria UIL Milano Lombardia – una valorizzazione quindi della “contrattazione d’anticipo” che potrà permettere di prevenire potenziali situazioni di contenzioso a garanzia della regolarità dello svolgimento degli appalti”.

L’Osservatorio del Mercato del Lavoro istituito presso l’Assessorato del Comune viene individuato, infatti, come luogo deputato al monitoraggio ed alla verifica dell’applicazione dello stesso.

Viene oltre previsto l’obbligo di confronto con le OOSS di categoria maggiormente rappresentative da parte dell’appaltatore, in caso di cambio d’appalto.

Un’intesa importante che mette al centro la qualità del lavoro, la stabilizzazione dei lavoratori ed il rispetto delle condizioni contrattuali.

Il testo integrale