uil

Treni notturni: stato di attuazione dell’accordo del 30 dicembre 2011

Si è tenuto in Regione Lombardia il tavolo di monitoraggio sull’accordo raggiunto per il reimpiego dei 150 lavoratori lombardi rimasti senza lavoro dopo la cancellazione da parte di Trenitalia della maggior parte dei treni notturni riferiti a Milano.
Al 12 luglio 2012 quasi due terzi dei lavoratori coinvolti sono stati riassunti con contratti a tempo indeterminato dalle Aziende firmatarie dell’accordo e un’ulteriore trentina di lavoratori è in formazione mirata all’assunzione.
L’accordo prevedeva il ricollocamento entro il 31 marzo 2012 di 80 lavoratori, tra Angel Service, Trenord, ATM e Cargo. Ad oggi sono state effettuate 87 assunzioni.
Entro il 31 Gennaio 2013 le imprese che gestiscono appalti per Trenitalia e RFS avrebbero dovuto assumere 67 lavoratori: 3 sono già stati assunti.
3 lavoratori infine sono andati in pensione, per un totale di 93 posizioni.
Sono ancora da collocare 64 lavoratori, tutti tra appalti Trenitalia e RFS. Di questi 19 stanno concludendo la formazione, e verranno assunti entro la fine di Luglio, 12 hanno appena iniziato la formazione (16 Luglio) e verranno assunti entro la fine dell’anno.
Dei rimanenti 33 lavoratori, 2 hanno rifiutato l’offerta di lavoro, e 31 non hanno neppure voluto avviare il percorso formativo, pur avendo ricevuto la proposta che specificava anche il contratto (a tempo indeterminato) che sarebbe stato offerto alla fine della formazione.

QUI le tabelle ufficiali curate da ARIFL per conto di Regione Lombardia e presentate nella riunione.