eusalp_logo_color-1

EUSALP: stato dell’arte e prossimi appuntamenti

Il Tavolo di Segreteria del Patto per lo Sviluppo in Regione Lombardia di oggi ha trattato il tema Macro Regione Alpina.

EUSALP : stato dell’arte e prossimi appuntamenti

Per Regione Lombardia ha relazionato Raffaele Raja, rappresentante di Regione a Bruxelles che ha sottolineato come la Strategia Macroregionale Alpina sia un “qualcosa di ancora poco definibile” anche se, dopo la conferenza del gennaio 2016 in Slovenia sono stati istituiti i 9 Gruppi di Lavoro che si occupano di diverse tematiche orientandosi alla costruzione di progetti, reperimento finanziamenti etc.
Sottolinea inoltre l’importanza che tutte le regioni siano parte attiva nel loro complesso e non relegare il tutto ai territori montani, richiamando oltre alla politica, tutti gli stakeholder all’esigenza di tenere alta l’attenzione.
Vi è un problema, già evidenziato la volta scorsa, circa il reperimento delle risorse e dei finanziamenti, tenuto conto della famosa regola dei 3 NO.

Assolombarda ha presentato un “Manifesto per innovazione e competitività in EUSALP“, che tratta il tema della trasformazione digitale e del reperimento risorse.

Nel mio intervento ho ricordato come la UIL Milano Lombardia si sia occupata di EUSALP fin dal 2014 con l’organizzazione di un convegno a Chiavenna e che abbiamo partecipato a tutti i momenti significativi, compresa la conferenza del gennaio 2016 in Slovenia.
Abbiamo dovuto però registrare come la forza propulsiva della Strategia si sia decisamente affievolita e che non vi è stato né il coinvolgimento auspicato per gli stakeholder, né la costruzione di un sentimento comune tra i cittadini.
Nello specifico ho ribadito che processi che coinvolgono temi come la mobilità sostenibile e l’industria 4.0, sono di grande interesse per il sindacato perché impattano direttamente sui lavoratori e inoltre, che non siamo stati coinvolti nei Gruppi d’Azione.
La questione è stata ripresa negli interventi anche da altre associazioni, in particolare Confartigianato.
Nella replica finale Raja, evidenziando la necessità della presenza al Forum di Monaco di stakeholder lombardi, si è impegnato a ricercare soluzioni per allargare i gruppi d’azione, coinvolgento chi manifesterà il proprio interesse.
Informazioni sulla governance: 2017 presidenza alla Baviera, 2018 molto probabilmente al Tirolo (Austria), per il 2019 si punta ad una presidenza italiana, ma non vi è stata ancora richiesta da parte del Governo.

Antonio Albrizio
Segretario UIL Milano Lombardia