entrepreneur-696966_1920

Assunzione di giovani : la CGIL non firma

Dichiarazione di Claudio Negro Segretario Generale Aggiunto UIL

A causa di un atteggiamento inutilmente rigido e capzioso messo in campo dalla CGIL, non è stato possibile firmare, questa mattina, l’accordo tra Assolombarda e CGIL CISL UIL Milano sul “Ponte intergenerazionale”.

Si tratta di un accordo che, utilizzando i Fondi che la Regione mette a disposizione, consentirebbe a lavoratori cui non manchino più di tre anni alla pensione di passare, su base volontaria, ad un contratto part time, avendo i contributi previdenziali corrispondenti al tempo non lavorato pagati dalla Regione; l’azienda dal canto suo si impegna ad assumere giovani con contratti a tempo indeterminato in modo da determinare un saldo occupazionale positivo.

Incomprensibile quindi l’atteggiamento tenuto dalla CGIL, tutto inteso a porre ostacoli, paletti e vincoli ad un accordo che, senza comportare alcun obbligo per i lavoratori, favorisce l’entrata dei giovani nel mondo del lavoro. Poco comprensibile per la verità anche la scelta di Assolombarda, che avrebbe potuto firmare con UIL e CISL ma ha ritenuto di doversi piegare al diritto di veto della CGIL e rinunciare all’accordo.

La UIL ritiene che sia ora necessario procedere ad accordi a livello di Categoria e/o di territorio per poter utilizzare l’opportunità offerta dalla Regione.

Milano 27-11- 2012